La porta delle lacrime (Cutting for Stone) di Abaraham Verghese

Una delle cose piu’ difficili da rendere per un traduttore sono i titoli. In inglese questo libro si chiama Cutting for Stone, una frase del giuramento ippocratico che purtroppo tradotta letteralmente in italiano non avrebbe avuto la stessa potenza espressiva. E allora si è scelto un super-tragico La porta delle lacrime che secondo me non rende completamente l’atmosfera di questo bellissimo libro.

Marion e Shiva sono gemelli identici, frutto della relazione segreta tra una giovanissima suora indiana e un impenetrabile chirurgo inglese che lavorano insieme in un ospedale missionario di Addis Abeba negli anni Cinquanta. Orfani della madre, che muore durante il parto, e abbandonati dal padre, che scompare senza dare più notizie di sé, i bambini vengono adottati da una coppia di medici indiani di stanza al Missing Hospital e crescono uniti da un’intesa fortissima, quasi paranormale, e dalla medesima passione per la medicina, sullo sfondo dell’Etiopia scossa da fermenti rivoluzionari. A dividerli però non è la politica ma la passione per la stessa donna: sconvolto, Marion lascia l’Africa per gli Stati Uniti, dove si rifugia nel lavoro di medico presso un povero ospedale del Bronx. Quando il passato ritorna – e quasi lo uccide Marion si ritrova ad affidare la propria vita ai due uomini di cui meno si fida al mondo: il padre chirurgo che l’ha abbandonato e il fratello che lo ha tradito. Ed è proprio lui a raccontare in prima persona la storia di tutti. (thank you ibs.it!)

97800994436362014 ©Paola Cacciari

 

2 thoughts on “La porta delle lacrime (Cutting for Stone) di Abaraham Verghese

  1. a me e ' piaciuto molto, io l'ho letto in inglese ed e' scritto benissimo con una punta di velata ironia che putroppo pero' spesso si perde facilmente in traduzione.

    Like

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.