Turista per caso a Londra

Una delle cose che preferisco fare è girovagare più o meno senza meta tra le strade della mia città (dopo 19 anni penso di poterla chiamare così…) e scoprire e riscoprire angoli caratteristci e bellezze passate e presenti.
Dopo una mattinata culturale alla Whitechapel Gallery, dove non mettevo piede almeno un anno, da quando sono stata a vedere la mostra su Paolozzi (il fatto che sia dall’altra parte della città non rende la cosa più facile…) e un’inevitabile passagio tra il caos colorato di Brick Lane, il silenzio della City la domenica è quasi surreale.
20140302_123132
Whitechapel Art Gallery. London 2014 © Paola Cacciari

Nel Medioevo la strada dei finanzieri ‘lombardi’ (ma anche dei veneziani, genovesi, lucchesi, fiorentini e senesi) Lombard Street è ancora la strada delle banche, ma durante il fine settimana sembra quasi di essere in una città fantasma…

Lombard Street, London 2011©Nebbiadilondra
Lombard Street, London 2011 © Paola Cacciari
Ciò che dell’East End è sopravvissuto alla peste del 1665 e al grande incendio del 1666  è stato sminuzzato da Hitler durante la Seconda Guerra Mondiale, ma qualcosa delle piccole stradine medievali rimane. Come Bow Lane, per esempio, vicino alla chiesa di St. Mary-Le-Bow, le cui campane segnalavano la fine della giornata lavorativa (e il coprifuoco). Ed pare che uno non fosse un vero cockney se non era nato in un luogo da cui si potevano sentire le Bow Bells!
Bow Lane, London 2011© Paola Cacciari

E camminando senza una meta precisa si riscoprono scorci di meraviglie restaurate da poco…

 dscf0334
St. Paul’s Cathedral, London 2011©Paola Cacciari

… e piccoli gioielli nascosti al caos di della strada pricipale, come St. Bride vicino a Fleet Street, disegnata da Sir Christopher Wren nel 1672 (ma l’edificio originale di Wren fu praticamente distrutto dal Blitz tedesco nel 1940) e che vanta tra i suoi parrocchiani nientemeno che il poeta John Milton e il diarista Samuel Pepys! Uh! Ma soprattutto pare che sia stato il suo campanile a ‘gradini’ ad ispirare le moderne torte nuziali!

St. Bride Church, London 2014© Paola cacciari
St. Bride Church, London 2014© Paola Cacciari
 E dopo una doverosa sosta da Twinings ad annusare miscele aromatiche e a ficcanasare tra le offerte e le novità…
Twinings Shop. London 2011©Paola Cacciari
Twinings Shop. London 2011©Paola Cacciari
…ho concluso la mia maratona a Piccadilly Circus, dove mi sono accasciata completamente distrutta sui sedili del treno della metropolitana che mi ha riportato a casa.

5 pensieri riguardo “Turista per caso a Londra

  1. Sono stata a Londra un anno fa, per una settimana. Confesso che non mi ha stregata, ma col tempo, ripensando ai luoghi, alle atmosfere, riguardando foto, mi è cresciuta la voglia di tornarci. Non ci siamo capite io e Londra e dobbiamo rivederci

    Piace a 1 persona

Rispondi a Pendolante Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.