La briscola in cinque di Marco Malvaldi

L’Emilia non è lontana dalla Toscana, appena oltre gli Appennini. Si andava e tornava in giornata, per mangiare in trattoria vicino a Pistoia, ammirare il cuopolone del Brunelleschi dall’alto del Forte del Belvedere, passeggiare sulle rive dell’Arno a Pisa o sulle mura di cinta a Lucca. Da sempre amo la Toscana, l’accento toscano e l’ironia e lo scetticismo dei toscani. Per molti anni gli Amici miei del film di Monicelli erano un po’ i miei toscani ideali. Almeno fino a quando sono arrivati i vecchietti del Bar lume di Marco Malvaldi.

Siamo a Pineta, immaginario paese della costa attorno a Livorno diventato località balneare di moda. Tanto che la Pro Loco sta rivoltando l’architettura del paese contro la categoria dei vecchietti costruendo una palestra al posto del parco giochi per i nipoti, un disco-pub al posto della bocciofila, una serie di parcheggi per le moto al posto delle panchine e via discorrendo.

Fortuna che c’è ancora il Bar Lume, dove i pensionati possono ancora trovarsi per discutere, litigare, giocare a carte e soprattutto farsi gli affari degli altri. Il che accade in modo particolare quando da un cassonetto dell’immondizia emerge il cadavere di una ragazza giovanissima.

Aiutato da nonno Ampelio e dai suoi untrasettantenni compari, Pilade del Tacca, Gino Rimediotti e Aldo del Ristorante Boccaccio, il barista Massimo si improvvisa detective risolvendo brillantemente questo giallo in ‘toscanaccio.’ Assolutamente delizioso. 🙂

2 thoughts on “La briscola in cinque di Marco Malvaldi

  1. Ebenezer LePage si appella a Mrs Garrick perchè non avvengano certe stucchevoli deviazioni.
    Secondo Ebby, di cui mi faccio fedele latore, siamo miglia di distanza da un Raymond Chandler o un Dashel Hammett. A rischio di riuscire impertinente, mi dice Ebby. Naturalmente io riporto.

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.