Sunshine Blogger Award 2018.

sunshine-blogger-award-2018Finalmente Ci sono arrivata a scrivere questo post, piuttosto insolito per il mio blog che, non mi capita tutti i giorni di essere nomitata per il Sunshine Blogger Award 2018, un riconoscimento per bloggers che con le loro pagine ispirano gioia e positività. (Wow! 😉 ) A nominarmi e’ stata Elena, autrice di La Casetta del Merlo un blog che ho scoperto di recente e che mi piace molto: grazie Elena! 🙂

Le regole del contest sono semplici:

  • Ringraziare la persona che ti ha nominato e fornire un link al suo sito o blog.
  • Rispondere alle domande.
  • Nominare altri 11 blogger e fare loro altre 11 domande.
  • Informare i candidati del contest commentando uno dei loro post sul blog.
  • Elencare le regole e mostrare il logo con il sole sul loro sito o sul post.

Partendo dal presupposto che non mi piacciono le catene, devo dire che ciò che mi ha spinto a partecipare (oltre alla gentile nomina di Elena, grazie Elena! 🙂 ) è il piacere di poter condividere con altri alcuni tra i miei  blog preferiti. Spero che li troverete interessanti quanto me.

  1. Parla della Russia
  2. London SE4
  3. Libri
  4. A Compass for Books 
  5. L’Orsa nel carro
  6. Raf Around The World – Expat&Travel Blogger
  7. Flaneur in Bologna
  8. Bhutadarma
  9. Massi Tosto-Travel with the Wolf
  10. StefaniaSanlorenzo ~ 4 passi di danza e dintorni
  11. Isabella Scotti

Queste sono le mie domande per i bloggers che decideranno di partecipare:

  1. Perchè un blog? 
  2. Parliamo di libri: fiction o non fiction?
  3. Il libro che vorresti aver scritto o l’opera d’arte che vorresti aver creato?
  4. Se fossi un’artista, chi saresti?
  5. Ragione o sentimento?
  6. Parti: zaino o valigia?
  7. L’edificio che vorresti comprare?
  8. Chi ti interpreterebbe nel film della tua vita?
  9. Hai la DeLorean di Ritorno al Futuro e puoi viaggiare nel tempo: quale epoca vorresti visitare?
  10. Il personaggio storico che avresti voluto conoscere?
  11. La colonna sonora della tua vita?

Ed ecco, invece, le mie risposte alle domande che mi ha rivolto Elena

  1. Sei l’autore di un blog: qual’è il post che più ti rappresenta, tra tutti quelli che hai pubblicato?  Davvero noi saprei dire, visto che in Vita da Museo colgo l’occasione per trattare (in modo semi-serio, che non ci vogliamo prendere troppo sul serio…! 😉 ) e approfondire argomenti che mi interessano e mi incuriosicono. Ma visto che ci lavoro da moltissimi anni, forse Albertopolis e la nascita del Victoria and Albert Museum.
  2. Che libro c’è in questo momento sul tuo comodino?  Opps… Ne ho tre al momento, che leggo seconda dell’umore. Sono ancora impallinata con la Russia, per cui sto leggendo Bolshoi Confidential sulla storia del famoso teatro di Mosca e del suo altrettanto famoso (nel bene e nel male…) corpo di balloe eThe Anna Karenina Fix, libro semiserio sul potere taumaturgico della letteratura russa. E per non perdere il contatto con la patria lontana e cercare di capire cosa e’ successo all’Italia dopo il boom economico e dove abbiamo sbagliato, un illuminante Miracolo Italiano di Giorgio Bocca.
  3. E il libro che hai divorato sperando non finisse mai?  Guerra e Pace è sicuramente uno tra i libri più magici e coinvolgenti che abbia mai letto.
  4. Se ti è capitato, al cospetto di quale opera d’arte sei stato colpito dalla sindrome di Stendhal?  La Madonna del Coniglio di Tiziano, che si trova al Louvre nella stessa sala in cui era esposta la Gioconda. E mentre tutti si accalcavano davanti al quadro di Leonardo, io mi perdevo nel cielo rosato e nel blu zaffiro dei colori di Tiziano. E ho pianto. Di felicita’.
  5. So che questa è una domanda stereotipata, ma … se avessi un genio della lampada pronto ad esaudire tre desideri, cosa chiederesti?  Un’intera libreria … con tutti i libri che ci sono dentro (meno quelli di sport, lo sport non mi interessa ;)). E tutto il tempo del mondo per leggerli!
  6. Siamo in cucina, il pomeriggio della Vigilia: cosa prepari di buono per cena?  Io non preparo, ma mia suocera sì. 😉 Per motivi logistici infatti, da qualche anno trascorro il Natale in Inghilterra con la famiglia del mio compagno, suoceri, sorella, cognato e nipoti – la mia famiglia inglese. Il pranzo di Natale tipico lo descrivo qui.
  7. Siamo sempre in cucina (eh be’, del resto è la mia stanza preferita…): qual’è il profumo che vorresti non mancasse mai?  Caffè fresco la mattina: imbattibile! ❤
  8. E ora andiamo al cinema: di quale film avresti voluto essere il protagonista?  Orgoglio e Pregiudizio, ma rigorosamente la serie televisiva trasmessa della BBC con Colin Firth nel ruolo di Mr Darcy!
  9. Se fosse possibile viaggiare nel tempo, per quale epoca partiresti?  Perchè una sola?
  10. E chi è il personaggio storico che avresti voluto conoscere? Jane Austen, perchè i suoi libri mi hanno insegnato ad osservare i dettagli delle piccole cose e ad apprezzarne la poesia.
  11. Quale brano sceglieresti come colonna sonora della tua vita?  Vissi d’Arte, dalla Tosca di Giacomo Puccini; ma anche I Still Haven’t Found What I’m Looking For degli U2

E qui concludo, sperando che abbiate trovato questo contest divertente! Grazie ancora a Elena e … a presto!

Paola

sunshine-blogger-award-2018

10 pensieri riguardo “Sunshine Blogger Award 2018.

  1. Ma sul serio hai pensato anche a me? Ne sono onoratissima! *_* Nemmeno io amo le catene ma ne apprezzo il lato positivo che è quello di far conoscere blog e persone che altrimenti non si incrocerebbero mai. Ad esempio molti dei tuoi nominati non li conoscevo!
    Beh, sappi che da questo momento in poi Mr Darcy avrà le tue fattezze (anche se neanche so come sei fatta hahahah) 😉 E condivido il mood sul “potere taumaturgico della letteratura russa”…dovremmo stamparci le magliette! 😀
    Grazie ancora eh! 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Per prima cosa, ti ringrazio per avermi compreso nella lista, la considero una prova di… non so come definirla, oscillo tra più parole: affetto, ricordo… insomma affido al tuo intuito l’individuazione della parola che non trovo.(Non sono bravo nè ho la cultura profonda di un Salvini o di Maio per azzeccare le parole più indicate a misura del momento).
    Piuttosto, ti confesso (di qui la mia esitazione nello scriverti) che non so da che parte incominciare. Ho letto e riletto, è tutto chiaro, anzi chiarissimo, eppure al momento di digitare… Ti invidio: hai padroneggiato la faccenda con disinvolta leggerezza, ma non posso plagiarti… sto scoprendo aspetti negativi del mio carattere. (Che abbia ragione la Principessa con la quale condivido i miei pluridecennali insulsi giorni a non mancare di farmelo presente?)

    Piace a 1 persona

Rispondi a Guido Sperandio Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.