Sushi

Sono stata al ristorante giapponese con la mia amica e collega giapponese. Ogni tanto ci andiamo, lei ed io. Mi incanta sentirla ordinare in quella sua lingua così dura ed espressiva, piena di inchini e piccole riverenze, di alti e bassi di suoni. Mi incanta vederla padroneggiare le bacchette come se fossero estensioni delle sue mani – io che non chiedo una forchetta per puro orgoglio.

Come molti della mia generazione, ho sempre avuto seri pregiudizi sul pesce crudo (“Pesce crudo? Siamo matti? Vuoi mettere con un piatto di tortellini??” avrebbe detto scandalizzata mia nonna) e ho dovuto attendere i miei primi quarant’anni per poter cambiare idea. Ti senti rigenerato, con ogni boccone ti senti più in salute, con lo Jing e lo Yang riequilibrati. Ti senti quasi più buono… Ma a parte il sapore, forse quello che mi piace del sushi è la sua bellezza, l’equilibrio di forme e colori, l’eleganza della sua semplicità.  Ogni piatto  è  un piccolo capolavoro di armonia che si deve magiare con la dovuta reverenza. E quando avrò imparato ad usare bene come si deve i bastoncini, conto di farlo anch’io… Mi occorre solo piu’ pratica! 😉

Sushi 2019 © Paola Cacciari
Sushi 2019 © Paola Cacciari

 

 

5 thoughts on “Sushi

  1. Mark Twain diceva che potendo scegliere avrebbe scelto il Paradiso per il clima ma l’Inferno per la compagnia.
    Ecco, lo dico per spiegare meglio i miei sentimenti a tavola tra forchette e bastoncini. Che il sushi avrà senz’altro gli effetti da te descritti così bene, quelli della virtù, in sintesi. Ma una ricca pasta e fagioli con un buon bicchiere di rosso (facciamo Sangiovese o vai sul Lambrusco che aiuta il rutto?) sarà l’Inferno ma però….

    Liked by 1 person

    1. Sono d’accordo con Mark Twain, di certo l’Inferno e’ piu’ interessante… Riguardo al cibo ti voglio rassicurare che mi piace provare cose diverse, ma cio’ non significa che non ami piu’ la lasagna e i tortellini… 😋😍

      Like

  2. La cucina giapponese a me non fa impazzire (e in ogni caso il cibobfi origine animale preferisco averlo cotto), ma più che altro… per saziarsi bisogna mangiarne a quintalate! 🤣

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.